aleablog

martedì 12 febbraio 2013

Fidi Alta Italia iscritto all'elenco speciale

Fidi Alta Italia, confidi intercategoriale di Busto Arsizio (Varese), ha ottenuto l'iscrizione all'elenco speciale ex art. 107. E' il 59° confidi vigilato. Lo riferisce questo comunicato, che commenta:

La garanzia rilasciata da FidiAltaItalia S.C.p.A. agevolerà l’accesso al credito alle imprese in quanto, trasmettendo la ponderazione riconosciuta da Banca d’Italia sulla parte garantita, permetterà di ampliare le loro linee di credito.
Inoltre, con la garanzia di FidiAltaItalia S.C.p.A., gli Istituti di Credito potranno diminuire l’assorbimento di capitale e disporranno di un garante più solido e più strutturato.
 Purtroppo la riduzione dell'assorbimento di capitale a fronte di garanzie di intermediari vigilati è pressoché inefficace, se non è presente la controgaranzia del Fondo centrale. Resta vero che un 107 si può proporre come garante più solido e strutturato.
Stampa questo post

18 commenti:

Anonimo ha detto...

.......trasmetterà ponderazione al 100%. Complimenti all'addetto stampa!!

Enzo ha detto...

@Anonimo 14:08 - Non so cosa avverrà nel caso specifico, ma la sua affermazione è falsa. Gli Istituti di credito che utilizzano Fitch quale ECAI ponderano la garanzia al 50% non è il 20% di qualche mese fa, ma non è nemmeno il 100 di cui parla lei!

Luca Erzegovesi ha detto...

Nel post ho usato l'espressione "pressoché inefficace".
Ad ogni modo, le garanzie personali dei confidi 107 senza copertura del Fondo centrale sono poco diffuse.
Resta il fatto che il tema della minor ponderazione è nella pratica molto meno rilevante di quanto appare dalla letteratura sui confidi. La comunicazione aziendale, si sa, utilizza i messaggi che sono nell'aria. Come il vecchio slogan del Cynar "Contro il logorio della vita moderna".

Enzo ha detto...

Condivido in pieno Professore il passaggio sulla comunicazione aziendale, ma debbo constatare che le garanzie dei 107 senza copertura del Fondo non sono così poco diffuse, anzi.

Luca Erzegovesi ha detto...

@Enzo: intendevo le garanzie-personali-a-prima-richiesta-eleggibili-per-Basilea, molte convenzioni non rispettano i requisiti oggettivi di vigilanza. Concordo sul fatto che alcuni confidi le erogano. Altri non le erogano, per politica, se non in presenza di controgaranzia. Entrambi devono fare i conti con l'adeguatezza del patrimonio di vigilanza.

Anonimo ha detto...

@Enzo
Il problema è che sono molto diffuse anche le banche convinte di avere mirabili benefici dalla garanzia del 107 (non controgarantita da MCC) pur utilizzando il metodo standard e non IRB...

Enzo ha detto...

@Anonimo 15:33 - Anche le banche che usano lo standardizzato attualmente beneficiano del 50% qualora utilizzino Fitch, quale ECAI. Ovviamente chi utilizza metodi avanzati ha altri benefici

Sapio ha detto...

Ma questo Confidi riceve un rating da Fitch? E quali sono le banche che utilizzano Fitch?

Enzo ha detto...

Rendiamola più facile: C'è tra i visitatori qualche bancario di qualche Istituto che attualmente pondera le garanzie di intermediari ex 107 al 50%?

Enzo ha detto...

Fitch attribuisce all'Italia un rating A- sul m.l. e F2 sul b.p.
Ciò consente di ponderare gli intermediari vigilati, rientranti nella classe di merito 2, al 50%

Sapio ha detto...

Se stiamo parlando di rating paese (Italia) contano S&P e Moody's (i due peggiori) e la ponderazione dei vigilati è 100% cioè un gradino sotto quella paese.

Enzo ha detto...

@Sapio: non è così semplice e diretto come dici. Io credo che qualche Istituto di credito ponderi le garanzie ex 107 al 50%.

Sapio ha detto...

I sistemi informativi delle banche sono così vecchi che non possono essere adeguati a ponderare le garanzie personali. Prima, quando la ponderazione delle gar. personali degli interm. vigilati era 20, non lo facevano. Figurati ora. Lieto se qualcuno potrà smentirmi.

Claudio D'Auria ha detto...

@sapio. La normativa consente di utilizzare un'unica ECAI ai fini delle ponderazioni. Quindi, la ponderazione del 107 per le banche e' diversa a seconda che utilizzino SP/Moodys oppure Fitch.
Questa e' un'innovazione rispetto a quanto previsto prima dove si prendeva la media dei 3 giudizi delle 3 ECAI, alla quale tu stai facendo riferimento.

Anonimo ha detto...

Seth@ D'Auria, la modifica rispetto all'utilizzo del composite rating a quando risale?

Sapio ha detto...

Se una banca usa Fitch (quali sono)può utilizzare quel rating individuale riferito ad un ben preciso Confidi (quanti sono i Confidi che hanno un rating cui corrisponde una ponderazione migliore di 100?).
Ma qui si sta parlando di ponderazione vigilati (senza rating) dipendente dalla ponderazione Paese.

Anonimo ha detto...

Qualcuno faccia un disegnino a Sapio per favore...

Anonimo ha detto...

Confidi vigilato italiano, perché guardi la pagliuzza nell'occhio di tuo fratello anziché la trave nel tuo ...?