aleablog

martedì 26 novembre 2013

Regione Piemonte: 30 milioni per i fondi rischi dei confidi alla vecchia maniera

Dal sito della Regione Piemonte si apprende che la Giunta ha deliberato ieri su proposta del presidente Roberto Cota e dell’assessore Agostino Ghiglia l'istituzione di un fondo di 30 milioni di euro per favorire l’accesso al credito delle piccole e medie imprese piemontesi che non versano in situazione di difficoltà mediante un’integrazione del fondo rischi dei Confidi.

La Regione emanerà un bando contenente le modalità per la presentazione delle domande e affiderà la gestione della misura a Finpiemonte. I confidi assegnatari entro il 30.6.2015 dovranno rilasciare garanzie per un ammontare complessivo di almeno cinque volte l’importo del contributo.
Il Piemonte è stata forse la Regione più prodiga di iniziative di ricerca e osservatori e progetti di riordino del sistema della garanzia in Regione (confidi unico, confidi pivot, piattaforma).
Pare che questa misura segni il ritorno alle cose semplici di una volta.
Stampa questo post

2 commenti:

maxabbru ha detto...

Scusi Prof. per "cose semplici come una volta" intende dire che il pubblico continua a versare soldi come se avesse a disposizione il Pozzo di San Patrizio e soprattutto senza proferire parola sulla governance dei confidi...che per il Piemonte si legge Eurofidi/Eurocons?

Luca Erzegovesi ha detto...

E' un po' come la merenda dalla nonna, nessuno controlla le intolleranze alimentari e il rischio obesità ...