aleablog

mercoledì 8 gennaio 2014

Fondo centrale di garanzia: il gestore annuncia la restrizione alle sole operazioni di nuova concessione (ex Decreto "Fare")

Il customer desk di Banca del Mezzogiorno-MCC ha diffuso ieri questa comunicazione, nella quale annuncia l'imminente entrata in vigore dei criteri introdotti dal Decreto "Fare" (qui commentate nella prima stesura) che limitano la concessione della garanzia del Fondo centrale alle sole operazioni finanziarie di nuova concessione ed erogazione, o concesse con delibera condizionata all'ottenimento della garanzia dello stesso Fondo:

L’articolo 1 del cosiddetto decreto del Fare (Decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla Legge 9 agosto 2013, n. 98, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 194 del 20 agosto 2013), da attuarsi con Decreto del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, determinerà un adeguamento delle modalità operative del Fondo di garanzia per le PMI.
Tra le novità principali segnaliamo, in questa sede, che il rilascio della garanzia sarà limitato alle sole operazioni finanziarie di nuova concessione ed erogazione.
Di conseguenza, sarà impossibile accogliere domande relative ad operazioni già deliberate dai soggetti finanziatori alla data di presentazione della richiesta di garanzia. L’unica eccezione sarà costituita dalla possibilità di approvare domande relative a operazioni con delibera condizionata, nella sua esecutività, all’acquisizione della garanzia del Fondo.
Ciò significa che non sarà in nessun caso possibile erogare l’operazione prima della delibera di ammissione del Fondo.
Anche nel caso di operazioni senza piano di ammortamento, presentate previa acquisizione della delibera condizionata, la messa a disposizione della linea di credito dovrà essere successiva alla delibera di ammissione alla garanzia del Fondo.
I Soggetti richiedenti dovranno, pertanto, adoperarsi per adeguare tempestivamente le proprie consuetudini operative alle suddette modifiche.
L’entrata in vigore delle nuove modalità operative sarà comunicata da BDM-MCC con apposita circolare.
Aspettiamo allora la circolare. Penso che la ratio dell'intervento sia quella di evitare l'uso improprio della garanzia statale come condotta di risk transfer a favore di esposizioni in essere, anziché per l'uso appropriato come fattore di sblocco di credito addizionale.
Aspettiamo la circolare che preciserà meglio i filtri che saranno applicati.
Stampa questo post

4 commenti:

VecchioAnarchico ha detto...

Dalle informazioni che ho, temo un pasticcio (la legge indica la luna e chi la applica guarda il dito).

Roberto Villa ha detto...

Ciao Luca,
Buon Anno e grazie, al solito, per le notizie pubblicate. Mi era sorto un dubbio: le disposizioni si applicano anche alla controgaranzia? La risposta ricevuta del FCG me lo ha tolto: SI! Che dire, povere Imprese e poveri Confidi!
Un caro saluto.

Roberto Villa

Luca Erzegovesi ha detto...

Ciao Roberto,
speriamo tutti il meglio da questo 2014, che non sarà comunque una passeggiata.
Speriamo anche negli effetti dei provvedimenti di sostegno ai confidi inseriti nella legge di stabilità.

VecchioAnarchico ha detto...

Arrivato nuovo messaggio customer care..... Come volevasi dimostrare ....