aleablog

sabato 18 luglio 2015

La fusione di cinque confidi lombardi in Confidi Systema!

Nel mio mese di oblio (tra ricerca ed esami) ho bucato una notiziona; il 17 giugno è stato depositato il progetto di fusione per incorporazione in Artigianfidi Lombardia di una squadra di confidi lombardi che comprende tre enti di primo livello (Co.F.A.L. – Consorzio Fidi Agricoltori Lombardi, Confidi Lombardia e Confidi Province Lombarde) e uno di secondo livello (Federfidi Lombarda, da cui ho ripreso il comunicato).

Con l’adozione del nuovo statuto, la società incorporante assumerà la denominazione di “Confidi Systema!" [ipsilon e punto esclamativo compresi] e trasferirà la propria sede legale nel comune di Milano. Il progetto di fusione, che dovrà essere approvato dalle assemblee straordinarie dei confidi coinvolti, è pubblicato al seguente link.
Il nuovo Confidi Systema beneficerà dell'apporto a capitale "premiante" della Regione, pari a 12,3 milioni di euro, disposto in questo provvedimento del 18 marzo, di cui riporto la tabella con i conteggi per tutti i confidi beneficiari (clic per ingrandire):
Il grosso dei fondi è andato a confidi 107 (tutti quelli lombardi ad eccezione di Fidi Alta Italia ce non ha raggiunto la soglia di punteggio; noterete anche i 5,3 milioni a Eurofidi e 1,2 milioni a Italia Comfidi). Soltanto otto i confidi "106" finanziati, del commercio e dell'artigianato. Due i soggetti premiati per l'adesione a progetti di aggregazione, Artigianfidi di cui sopra ed Eurofidi che (se ricordo bene) ha avviato una fusione con un confidi lombardo minore.

Come effetto collaterale della nascita del nuovo maxi-confidi, il 9 luglio si è costituito un nuovo soggetto, Federfidi Servizi srl, partecipato da tutti i precedenti soci e sponsor associativi di Federfidi Lombarda, ben più numerosi dei cinque che aderiscono alla fusione. Qui il comunicato in materia di Federfidi, da cui riporto le dichiarazioni di intenti:

Scopo primario della società è quello di promuovere, partecipare e collaborare a progetti volti al miglioramento strutturale, organizzativo e promozionale dei Confidi, di svilupparne la cultura e l’innovazione, di creare rete, di coordinare e supportare gli attori operanti sul territorio.
Federfidi Servizi eredita da Federfidi Lombarda, oltre al nome, anche la volontà unitaria delle Associazioni di continuare quel percorso di confronto e di condivisione già proficuamente intrapreso in Federfidi Lombarda, come testimonia anche la nomina a Presidente Onorario del Rag. Gino Soana, attuale Presidente di Federfidi Lombarda. 
Federfidi servizi non starà sulla linea del fuoco della battaglia, ma forse la nuova srl potrà svolgere un utile ruolo di camera di compensazione delle istanze dei confidi nel dialogo con la Regione Lombardia, in un sistema della garanzia che vede un nuovo soggetto benedetto dal programma di riorganizzazione a fianco di numerose realtà autoctone che hanno deciso di rimanere indipendenti, oltre ai big interregionali (Eurofidi e Italia Comfidi).

Ricordo che la funzione di garante di secondo livello prima svolta da Federfidi Lombarda è trasferita a Finlombarda che gestisce un fondo di controgaranzia (delibera di giunta del 24 aprile, sui cui trovate tutto in questo comunicato).



Stampa questo post

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Fantastico!
Un grande confidi, dicevano, destinato a morire in partenza!
"Non appena la classe politica e dirigente cambierà.
Addio salvezza politica. Addio fondi regionali."

Comunque in bocca al lupo! (Di questi tempi servono coraggio e astuzia)

Evviva i lumbard! Evviva il Nord!

Luca Erzegovesi ha detto...

Chi diceva questo? Ho trovato lo stesso commento in un post sulla Sardegna anche lì non si capivano la fonte e il senso dell'osservazione.